Il senso di colpa che ci attanaglia “Quando mamma e papà lavorano tanto” può essere sorpassato

Quando mamma e papà lavorano tanto: sfuggire dal senso di colpa è possibile, un manuale per genitori lavoratori.

Un peluche da tenere vicino “Quando mamma e papà lavorano molto”

Ho letto questo libro diversi anni fa quando avevo i figli piccoli. Ogni tanto qualcuno cercava di insinuarmi il senso di colpa perché non passavo abbastanza tempo con i miei figli. La colazione, il pomeriggio dalle 5 e mezza con la cena e tutti i fine settimana non erano ritenuti da alcuni sufficienti.

Come tante donne mi sono sentita dire che avrei dovuto smettere di lavorare e fare la mamma a tempo pieno. Ma non è più il tempo di Penelope che aspetta Ulisse a casa tessendo la tela mentre lui se la spassa per il mediterraneo.

Così quando scorsi questo libro tra i vari manuali per vivere meglio lo comprai al volo, e fu per me un valido aiuto.

I falsi miti

Intanto sfata il mito della casalinga dedita alla prole. I genitori di oggi passano molto più tempo con i figli rispetto a quelli di un tempo, che stavano sì a casa, ma non con i figli. La delinquenza è più diffusa nelle famiglie dove i genitori dono disoccupati, e quindi sono a casa più a lungo e il reddito è notevolmente inferiore alla media. Qui poi trovate un articolo sul fatto che:

I dati relativi al 2015/2016 parlano chiaro: rendimento migliore in lettura e matematica per i ragazzini che aspettano a casa il ritorno dei genitori dal lavoro. Secondo pedagogisti e presidi il dato non sorprende: a fare la differenza è la qualità del tempo trascorso con i figli, non la quantità

L’altro mito è che solo la mamma può occuparsi delle necessità del bambino, può farlo benissimo il babbo, un nonno, una maestra o la baby sitter. I miei figli sono sempre molto legati alle varie tate che li hanno cresciuti, sono diventate parte della famiglia!

Se i bambini non mangiano, non dormono o fanno la pipì a letto non è dovuto all’assenza della mamma!

Il quarto mito è che i bambini crescono in fretta e quindi meglio stare a casa e goderseli… spesso fino a 30 anni dato che oggi è difficile che se ne vadano prima…

Tips & Tricks (suggerimenti e trucchi)

La parte più bella è però quella delle tecniche da usare per far sentire i figli (e quindi i genitori) a proprio agio, scegliere il nido o la baby sitter.

Consiglio questa lettura a tutti coloro che si sentono in colpa perché hanno difficoltà a dividere il tempo tra famiglia, amici e lavoro.

E’ un difficile compito ma … vuoi mettere la soddisfazione quando ce l’hai fatta?

Buona Lettura!

Precedente "Mappe mentali" per mettere il turbo alla mia mente! Successivo "La sesta estinzione" è già in corso, sarà anche la nostra?

Lascia un commento