“Se Harry Potter fosse a capo della General Electric” riuscirebbe a far schizzare il titolo alle stelle?

Se Harry Potter fosse a capo della General Electric: come diventare maghi della leadership.

Lavoro in General Electric (ora Backer Hughes a GE company) dal 2010, incuriosita dal titolo ho ordinato “Se Harry Potter fosse a capo della General Electric” online. Scritto da Tom Morris nel 2007 ci racconta quali sono i tratti di Harry Potter che ne farebbero un Mago della Leadership. La GE ha sfornato decine di maghi del management. Viene ancora oggi presa ad esempio da molti come scuola di leadership.

una brochure del 1940 di GE “The house of magic”

Le tecniche di leadership di Howgarts

Silente è il primo leader che incontriamo a Howgarts, è estremamente saggio, preparato, insegna con l’esempio, guida con l’incoraggiamento e cerca di far crescere il proprio pupillo. Prepara il futuro per la propria azienda!

Ma Harry Potter è un esempio di leader? La teoria di Tom Morris è che si, Harry è un grande leader le sue tecniche sono:

Prepararsi alla sfida

Credo che la fortuna aiuti le persone preparate, si può cogliere un’opportunità se la si riconosce, lo studio sicuramente aiuta in questo. Oppure uno può tentare infinite strade finché il caso  non apparecchierà la soluzione per lui.

Circondarsi del sostegno degli altri

Sulla seconda tecnica avrei da aggiungere che uno dei punti di forza di Harry Potter è avere degli amici totalmente diversi da sé (e le quote rosa sono rispettate!).

Autoconvincersi positivamente

Mettersi nella disposizione d’animo positiva aiuta al raggiungimento degli obiettivi, certamente una disposizione d’animo negativa porta sempre all’insuccesso. La mia teoria è che i pessimisti sono sfortunati.

Concentrarsi sulla posta in gioco

Poter contare su persone che non sono lì per adularci ma perché vogliono raggiungere il nostro stesso obiettivo è uno dei metodi migliori per guidare un team. Le persone devono essere motivate dagli stessi obiettivi, come diceva Napoleone.

Agire nella maniera giusta

Le persone seguono spontaneamente Harry Potter perchè lui prende l’iniziativa e fa quello che serve, talvolta andando anche contro le regole di Howgarts.

Sono le nostre scelte a creare il nostro futuro e a determinare il segno che lasceremo.

L’arma segreta di Harry Potter: l’amore

Il più grande potere di Harry Potter è l’amore, come diceva il poeta “Amor vincit omnia“. Harry Potter ha ricevuto un enorme amore dai genitori e questo lo rende (quasi) invulnerabile, Voldemort è cresciuto nell’odio e riesce ad andare avanti solo suscitando la paura.

L’amore è semplicemente la chiave più importante per il vero successo, l’autentica felicità e il reale significato della vita presente, nonostante le apparenze che attestano il contrario

Il libro è molto interessante, se vi è piaciuto Harry Potter non potete fare a meno di leggerlo.

Buona Lettura

Precedente Ecodesign "Design per la sostenibilità ambientale" - Manuale per una progettazione sostenibile Successivo "E' l'ora della donne" sono pronta! Almeno credo...

2 commenti su ““Se Harry Potter fosse a capo della General Electric” riuscirebbe a far schizzare il titolo alle stelle?

  1. Gloria Piras il said:

    Grazie per questa simpatica e attraente recensione che incontra al 100 % i miei pensieri e la mia esperienza. Non alla G. E. naturalmente, ma nel lavoro, famiglia, amicizie e vita. Parole magiche davvero: esempio, preparazione permanente, modestia e solidarieta, ottimismo … amore! Chi non è stato amato e vede tutto nero … sarà difficile che cambi: oscura le proprie opportunità; solo se ritrova una forma di innocenza potrà essere aiutato. Grazie e buona giornata con … i nostri eroi.

Lascia un commento