“Mappe mentali” per mettere il turbo alla mia mente!

“Mappe mentali” manuale di orientamento nel mondo delle mappe mentali di Matteo Salvo: cosa sono, a cosa servono, come si costruiscono.

“Mappe Mentali” uno strumento di visualizzazione del pensiero

Una bella sorpresa trovata in autogrill: anche quando mi fermo per un caffè vengo sempre attratta dai libri!

Il Neurone e la mappa mentale

Le mappe mentali si ispirano ai neuroni, al centro sta il concetto:

una mappa mentale è una rappresentazione grafica del nostro pensiero

La struttura di un neurone

L’idea è che la mappa mentale ci aiuti a visualizzare i concetti nel modo più congegnale per il nostro cervello, unendo parole chiave a figure e colori.

Se avete mai visto gli appunti di Leonardo sono sempre ricchi di immagini, che aiutano a fissare i concetti nella mente tramite la visualizzazione.

Questa è la mia prima mappa mentale:

La mia prima mappa mentale realizzata col software imindmap

Che ve ne sembra? Mi sono scordata qualcosa?

Per memorizzarla c’è poi la tecnica del ripasso: dopo un’ora,un giorno, una settimana, un mese, sei mesi.

Potrai tranquillamente fare il tuo ripasso mentre cammini per strada oppure mentre sei in macchina, basterà focalizzarsi sulla mappa e riesporla mentalmente. Richiederà pochi minuti e fornirà in cambio una grande chiarezza durante l’esposizione.

A cosa servono le Mappe mentali

Secondo Matteo Salvo ci si può fare qualsiasi cosa: preparare un esame universitario, scrivere un libro o una presentazione, prendere appunti o fare un bainstorming per decidere il futuro vostro o della vostra azienda.

Analisi SWOT

Mi piace molto l’idea di usarle per fare un’analisi SWOT acronimo che sta per Strengths, Weaknesses, Opportunities and Threats: Punti di forza, debolezza, opportunità e sfide.

Credo che la mia prossima mappa mentale sarà uno SWOT su me stessa!

Perché leggerlo

Io ho scoperto una nuova metodologia di apprendimento, mi sembra davvero utile per chiarire e fissare i concetti. Proverò ad applicarla ancora: è divertente riprendere in mano i pastelli dopo anni!

Vi consiglio vivamente “Mappe Mentali” se anche voi avete voglia di sperimentare divertendovi.

Armatevi di fogli e pennarelli e…

buona lettura!

 

 

Precedente "Il mondo dato" cinque lezioni di filosofia digitale che non sono riuscita a concludere Successivo Il senso di colpa che ci attanaglia "Quando mamma e papà lavorano tanto" può essere sorpassato

Lascia un commento