“Grinta” il potere della passione e della perseveranza, di Angela Duckworth Interesse, scopo, pratica e speranza i 4 ingredienti della grinta!

“Grinta”, bellissimo libro di Angela Duckworth è una riflessione su cosa sia la grinta come la si coltiva e come possiamo vivere felici grazie ad essa.

Abbiamo abbastanza grinta da alzarci ogni mattina e cercare di correre più veloci della gazzella? “Grinta – Angela Duckworth

Esistono i talenti naturali?

La domanda è cosa è il talento? Secondo “Grinta” quella del talento naturale è spesso una scusa per non impegnarsi a fondo.

I talenti eccezionali si distinguono per tre cose: un’abilità fuori dal comune, combinata con un’eccezionale dedizione e una grande capacità di lavoro.

Francis Galton

Senza impegno anche il talento migliore non riuscirà a fare nulla.

La buona riuscita è data dal talento moltiplicato per il quadrato dell’impegno. Chi si impegna al quadrato non solo migliora le proprie capacità ma le impiega

Il caso Enron: il talento speso nella direzione sbagliata

Tra i vari esempi negativi che Angela Duckworth cita, c’è quello del caso Enron.

La continua richiesta di dimostrarsi più intelligenti e capaci aveva creato una cultura narcisistica privilegiando collaboratori troppo compiaciuti e spinti all’esibizionismo da una profonda insicurezza; il clima aziendale incoraggiava le prestazioni immediate ma scoraggiava la crescita e l’apprendimento a lungo termine.

Mi sono già segnata tra i film da vedere “I tipi più in gamba” che in italiano è stato tradotto “Enron – l’economia della truffa

Prioritizzare per perseguire uno scopo

Uno dei motivi per cui spesso non portiamo a termine le attività è che disperdiamo le energie in mille rivoli. Un consiglio pratico (in realtà di Warren Buffett) è quello di scrivere 25 obiettivi professionali e poi fare un cerchio sui 5 più importanti. Tutti gli altri vanno accuratamente evitati in quanto distraggono da ciò che conta davvero. Proverò!

Interesse, scopo, pratica e speranza.

Queste le 4 risorse fondamentali per sviluppare la grinta.

Interesse: le persone che hanno trovato un lavoro corrispondente ai loro interessi sono anche generalmente più soddisfatte della vita in generale.

Scopo (altruistico)

Per che se si ha uno scopo non solo egoistico si ottengano migliori risultati:

Sul lungo periodo dirigenti e impiegati che hanno presenti sia il proprio interesse sia considerazioni prosociali ottengono risultati migliori di chi è spinto solo da motivazioni egoistiche.

Vedi il caso Enron…

Pratica: Come si comportano le persone che riescono? Fanno “pratica deliberata” ossia più di quello che viene loro richiesto, ricevono  feedback e poi riflettono sugli errori. Non temere la fatica, come diceva B. Franklin: no pains no gains. E’ un po’ il modo di imparare dei bambini, si prova e riprova tante volte fino a quando non si ottiene l’automatismo perfetto e sembra che le cose riescano senza sforzo. Un suggerimento è quello di abbandonare la vergogna di sbagliare come i bambini

Speranza: un vecchio detto giapponese recita:

cadi sette rialzati otto

La grinta si basa sul fatto che si pensi di poter migliorare, che con il mio rialzarmi potrò migliorare me stesso e il mondo. Secondo la Duckworth la speranza va a braccetto con l’ottimismo, come si dice: le persone ottimiste sono più fortunate! E spesso le nostre profezie si auto-avverano.

Perché leggerlo

La Duckworth ci guida attraverso i processi di selezione di Westpoint, squadre di football americano, sportivi di ogni sorta,è un libro molto ben scritto che scorre davvero velocemente. Per partire potete fare il grit test. Quanto avete totalizzato? Se mi dite il vostro punteggio io vi dico il mio.

Buona lettura

Precedente "Strategie e giochi competitivi" è meglio essere innovatori o copioni? Successivo L’Accademia l'ora delle Donne - Angela Serra Intervista Luisa Rumor l’autrice de "E' l'ora delle donne" - 7 Marzo 2018.

Lascia un commento

*